pc con rilevatore virtuale

Come trasformare un vecchio PC in un timbracartellini

Avete presente quel vecchio pc windows 2000 o xp che avete messo in un angolo a riempiersi di polvere?
Bene dategli una pulita e provate a riaccenderlo, se dovesse ancora funzionare potrete sicuramente fargli vivere una nuova giovinezza.

Non con le vecchie mansioni lavorative o di svago ma con un compito completamente nuovo, vale a dire come timbracartellini!

Eh sì! Avete capito bene perché con il giusto software, è possibile riutilizzare un qualsiasi pc per svolgere la funzione di orologio marcatempo andando a sostituire i vecchi sistemi di rilevazione presenze, come il classico timbracartellini o il buon vecchio foglio di carta con le ore scritte a mano, ma anche sistemi più recenti, come i lettori di badge o di impronte digitali, che hanno prezzi a volte proibitivi.

Il tutto potendo spendere 0 Euro! Esatto in modo gratuito, se dovete gestire solo 3 persone oppure con una spesa minima che può essere di soli € 25,00, usufruendo dello sconto riservato a chi inserisce un commento con un account Facebook.

Ma vediamo ora come procedere!

Installazione Rilevatore Presenze Virtuale

Il programma si chiama Rilevatore Virtuale ed è possibile scaricarlo cliccando qui.

L’installazione è identica al 99% dei programmi per sistemi windows, basta fare un doppio click sul file appena scaricato e seguire le istruzioni a video (accetta, avanti, avanti…).

Terminata l’installazione verrà automaticamente aperto il programma la cui finestra principale è la seguente:

rilevatore virtuale

Primo utilizzo timbracartellini virtuale

La prima cosa da fare a questo punto è modificare l’elenco delle persone di cui vogliamo gestire le timbrature, cliccare quindi sull’apposita sottovoce del menu Amministratore:

amministratore rilevatore virtuale

Verrà visualizzata questa finestra in cui è necessario inserire la password amministrativa che di default è asdfgh. Per maggiore sicurezza sarà possibile in un secondo momento modificare tale password tramite l’apposita voce presente nel menu.

accesso amministratore

Superato il controllo verrà visualizzata la seguente finestra:

elenco codici_nominativi

Per ogni lavoratore di cui volete gestire le timbrature andranno inseriti i seguenti dati (solo i punti 1 e 2 sono obbligatori):

1. Codice – è la stringa di testo che ogni persona deve digitare per eseguire una timbratura;
2. Nominativo;
3. Password – è una stringa di testo che se utilizzata per timbrare visualizza i dati riepilogativi dell’ultimo mese. Serve in sostanza alle persone per vedere un riepilogo dei propri dati (ovviamente è una visualizzazione che non dà la possibilità di manipolare i dati);
4. Codice Alternativo – è un secondo codice di timbratura e torna utile nel caso in cui si voglia utilizzare il programma associato a dispositivi hardware come lettori di codici a barre o lettori di badge.

Terminato l’inserimento dei nominativi potrete chiudere la finestra e sarete pronti per utilizzare il vostro vecchio pc trasformato in orologio marcatempo!

Timbratura

Per inserire una timbratura basterà digitare il codice di uno dei nominativi inseriti in precedenza e si avrà immediatamente la conferma o meno dell’operazione eseguita.

rilevatore virtuale entrata

Come potete vedere nella parte sinistra della finestra è visualizzato un contatore dei presenti e l’elenco dei relativi nomi.
Per timbrare l’uscita sarà sufficiente reinserire il codice personale: attenzione però, è previsto un tempo di tolleranza tra una timbratura e l’altra, questo per evitare la duplicazione dei dati.

Nel caso quindi in cui si tenti di eseguire due timbrature in un lasso di tempo di 1 minuto verrà visualizzato il seguente messaggio:

rilevatore virtuale uscita

I dati verranno salvati in una sottocartella del programma e potranno essere elaborati con un qualsiasi foglio di calcolo (Excel, Open Office) oppure con un programma di reportistica.
Ecco fatto! Avete ora a disposizione un sistema di rilevazione presenze completamente gratuito, o quasi, che vi permette di riutilizzare un dispositivo hardware che altrimenti andrebbe prima o poi a finire in discarica, quindi avrete ottenuto i seguenti vantaggi:

1. Risparmio di denaro, visto il mancato esborso per l’acquisto di un timbra cartellini nuovo;
2. Risparmio di tempo, grazie al fatto di avere i dati salvati direttamente su pc;
3. Favore all’ambiente, vista l’azione ecocompatibile di riutilizzare un vecchio strumento che sarebbe finito altrimenti in discarica.

Sicuramente oltre a te anche qualcuno che conosci potrebbe trovare utile la soluzione qui descritta quindi fagli un favore, fai click su “+1” o su “condividi”, meglio ancora se su entrambi, farai così anche un azione eco-friendly!

17 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] visto come sia possibile ottenere un timbracartellini economico ed efficiente con un pc ed il giusto software. Oggi vedremo come ottenere un foglio presenze mensile con i dati generati dal Rilevatore presenze […]

  2. […] voglio mostrarvi come sia possibile e comodo utilizzare il programma Rilevatore Virtuale abbinato ad un lettore di codici a barre dotato di stand, che rende automatiche le letture dei […]

  3. […] Ovviamente il Rilevatore Virtuale; […]

  4. […] prima cosa devi scaricare e installare il programma su un qualsiasi pc o tablet windows, trovi qui una guida all’installazione e al primo […]

  5. […] frattempo potete comunque utilizzare il Rilevatore Presenze Virtuale tramite tastiera, lettore barcode o lettore RFID oppure il nuovo applicativo Timbracam che vi […]

  6. […] un po’ dubbiosi perché pensate che ci voglia un pc particolare per questo software, leggete questo articolo dove potrete capire come trasformare un vecchio pc in un timbracartellini virtuale. Vi […]

  7. […] ora come sfruttare le numerose opzioni offerte da Rilevatore Virtuale per l’utilizzo di questo comodo […]

  8. […] Ecco dimostrato come gestire le prenotazioni di un locale con il Rilevatore Virtuale. […]

  9. […] funzione che risulta essere molto utile del software Rilevatore Virtuale è la possibilità di lavorare localmente ma rendere disponibili i dati online, in sostanza […]

  10. […] gestire a livello amministrativo le timbrature generate dal Rilevatore Virtuale oltre a Riepilogo Presenze è possibile utilizzare il software RiPre per la gestione delle presenze […]

  11. […] è un apparecchio che si sposa alla perfezione con il Rilevatore Virtuale(il software che trasforma il tuo pc in un timbracartellini) e che consente di replicarne le varie […]

  12. […] l’hardware dovete passare al software Rilevatore Virtuale e qui potete trovare una guida all’installazione e al primo […]

  13. […] programma, di cui vi ho già parlato in questo articolo, ha un costo di listino di € 50,00 per la versione Pro che possono diventare € 25,00 inserendo […]

  14. […]  Per prima cosa è necessario installare il Rilevatore Virtuale sul server o sul pc che fungerà da server, e inserire l’elenco dei nominativi e le varie impostazioni necessarie, come indicato alla guida presente in questa pagina. […]

  15. […] è l’evoluzione del software Rilevatore Presenze Virtuale, e pertanto ne sfrutta l’affidabilità aggiungendo però la possibilità di leggere i codici QR […]

  16. […] qualche anno è quindi possibile sfruttare le caratteristiche del Rilevatore Virtuale con appositi lettori di badge RFID che andrò ad analizzare in questo […]

  17. […] visto come sia possibile ottenere un timbracartellini economico ed efficiente con un pc ed il giusto software. Oggi vedremo come ottenere un foglio presenze mensile con i dati generati dal Rilevatore presenze […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *