Timbrare_cloud

Timbrare sincronizzando nel cloud

Una funzione che risulta essere molto utile del software Rilevatore Virtuale è la possibilità di lavorare localmente ma rendere disponibili i dati online, in sostanza timbrare su un pc sincronizzando i dati nel cloud!

Ciò è possibile grazie al servizio InOut Presenze di cui vi ho già parlato in questo articolo.

 

La combinazione dei due applicativi porta con se alcuni importanti vantaggi:

I dati vengono salvati sia localmente che online, e si ha quindi una super protezione contro la perdita di dati;

E’ possibile timbrare anche in assenza di connessione internet, i dati verranno poi sincronizzati appena la connessione tornerà disponibile;

E’ possibile timbrare solo dai pc su cui è installato il Rilevatore Virtuale, cosa importante nel caso in cui non si voglia permettere la marcatura in mobilità;

Infine al Rilevatore Virtuale è possibile abbinare degli accessori hardware per automatizzare le timbrature(lettore di badge, di smartcard, di impronte digitali), situazione difficilmente replicabile con applicativi che lavorano solo online.

 

Vediamo ora come configurare i due applicativi per fare in modo che “dialoghino” tra loro.

 

Preparazione InOut

La gestione dell’elenco dei nominativi e dei report con i calcoli delle ore lavorate avviene direttamente online, il Rilevatore Virtuale si occupa in sostanza della sola timbratura.

Per prima cosa quindi è necessario predisporre l’elenco delle persone di cui vogliamo gestire le timbrature nell’apposita sezione della pagina amministrativa di InOut, come nella seguente figura

 timbrare_cloud_InOut_elenco

Il codice che verrà usato per timbrare è il “Code_ID”, la “Personal_Password” può essere usata dal lavoratore per visionare un riepilogo delle proprie timbrature e invece la casella di testo “Other_code” è facoltativa e va usata solo nel caso in cui si voglia timbrare tramite badge RFID o Smart Card.

Terminato l’inserimento dei nominativi espandere il panel Configurazione

 timbrare_cloud_InOut_configurazione 

Tra i vari dati è presente la seguente riga

 timbrare_cloud_InOut_ID

Copiare il codice presente nella casella di testo perché ci servirà a breve con il Rilevatore Virtuale.

 

Configurazione Rilevatore Virtuale

Ora passiamo alla configurazione del Rilevatore Virtuale.

Aprire il programma e cliccare sul menu Impostazioni.

 timbrare_cloud_Impostazioni

Nella parte destra della finestra è presente una sezione dedicata a InOut

 timbrare_cloud_Impostazioni_INOUT

Nella prima casella di testo andremo a incollare il codice identificativo che avevamo copiato nella sezione Configurazione di InOut

 timbrare_cloud_Impostazioni_ID

A questo punto possiamo salvare le impostazioni lasciando stare gli altri parametri presenti, unica annotazione se volete tenere traccia online della sede in cui la persona esegue la timbratura potete inserire un identificativo a vostra scelta nella seguente casella di testo

timbrare_cloud_Impostazioni_Sede 

Fatto!

 

Chiudete e riaprite il programma in modo da aggiornare l’elenco dei nominativi del Rilevatore Virtuale(questa sincronizzazione avviene infatti all’apertura del software).

 Ora siete pronti!

 Le timbrature eseguite con il Rilevatore Virtuale verranno salvate anche online nel database di InOut Presenze, come potete vedere di seguito.

Questa è la timbratura tramite il Rilevatore Virtuale

timbrare_cloud_Timbratura

E questi sono i dati presenti online nell’area amministrativa del sito InOut Presenze

timbrare_cloud_Dati

 

2 commenti

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] anche il Rilevatore Presenze Virtuale può salvare le timbrature in cloud, come l’app Marcatempo […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *